Come Lavorare la Terracotta

Lavorare la terracotta è una delle attività artigianali più antiche del mondo. Famose sono quelle di epoca greco romana e, quelle etrusche. Oggi, tuttavia, esistono parecchie località in Italia e in Europa che lavorano la terracotta ma, soprattutto in Italia, sono famosissime quelle di Vietri sul Mare. La terracotta è molto utilizzata per i vasi, ma anche per altri oggetti come le pentole, relativamente a cui è possibile vedere questa guida sulle pentole di terracotta su questo blog. Per chi voglia cimentarsi nella lavorazione della terracotta in casa propria ecco le istruzioni e i consigli su come fare.

Occorrente
Base rotante con motorino
Creta
Spatole per modellare
Vernice finale
Forno elettrico
Smalti a fuoco

Mettere la creta su una base rotante,con un regolatore di velocità (reostato) e, con le mani, modellare il vaso fino all’altezza desiderata dopodichè, con piccoli pezzettini di creta riempire gli interstizi e i buchetti per evitare che, durante la cottura possa spaccarsi. Una volta terminata questa operazione, bisogna togliere il vaso dalla base e tagliarlo a metà in modo da poterlo svuotare all’interno, poi utilizzare l’acqua per riavvicinare le due parti e, nel contempo far sparire le linee di giuntura.

Una volta che il vaso è finito e da grigio (il colore naturale della creta)diventa bianco, allora si può procedere alla cottura. Quest’ultima va effettuata in un forno (quello elettrico di casa è ottimo) ad una temperatura di 250 gradi per circa quarantacinque minuti dopo di che, il forno va spento e, non appena si è raffreddato si può estrarre il vaso per poterlo rifinire e successivamente colorare.

Una volta che abbiamo estratto il vaso dal forno prima di colorarlo usiamo della tela di smeriglio leggermente imbevuta in olio per eliminare tutte le porosita’ e le bollature derivate dalla cottura.A questo punto, con degli smalti a fuoco (sono indicati quelli per l’oreficeria) ci apprestiamo alla coloratura del vaso. Al termine di questa fase, si può dare una mano di vernice finale e si rimette il tutto nel forno stavolta a circa 150 gradi per trenta minuti. Ora, il vaso è pronto. Vi piace? Allora continuate a cimentarvi nella creazione magari con sagome diverse tipo statuine o bassorilievi.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *